Scuola dell’infanzia

Ambienti

La scuola dell’infanzia dispone dei seguenti ambienti: piano terreno, secondo piano ed ambiente esterno.

PIANO TERRENO

  • 2 ampi spazi dedicati ad ingresso e locali armadietti con uno spazio dedicato alla bacheca per le comunicazioni scuola-famiglia ed uno apposito per la presa visione delle tabelle mensa.
  • 3 aule strutturate(3 sezioni eterogenee per età e sesso)
  • 1 ampio salone adibito ad accoglienza, gioco libero, attività che comprendano tutte le sezioni, per l’attuazione del corso di musica e di psicomotricità e la nanna
  • 1 locale adibito a servizi igienici/spogliatoio del personale docente
  • 2 locali adibiti a servizi igienici
  • 1 ampio locale adibito a refettorio
  • 1 piccolo ripostiglio per accogliere, sotto chiave, il materiale necessario alle pulizie e che ospita lo spogliatoio per il personale ausiliario
  • 1 locale cucina per l’espletamento del servizio di mensa scolastica
  • 1 piccolo sottoscala adibito a dispensa

SECONDO PIANO

  • 1ampia aula riunioni dell’Associazione posta al piano superiore adibita inoltre a direzione, segreteria e archivio
  • 1 piccolo antibagno al piano superiore adibito a spogliatoio della cuoca
  • 1 piccolo bagno al piano superiore attrezzato con una lavatrice

ESTERNO (in comune con la scuola dell’infanzia)

  • 1 locale esterno posto di fronte alla cucina adibito a dispensa
  • 1a cantina nel piano interrato con ingresso a botola nel cortile di autobloccanti
  • 1 cortile esterno con pavimentazione a mattoni autobloccanti per divertirsi con giochi di movimento(biciclette, monopattini,tricicli e corsa)
  • 1 giardino esterno di prato naturale per i giochi a contatto con la natura con ampia veranda per i pranzi all’aperto o attività didattiche all’aria parta

Risorse strutturali

Nella scelta del materiale e degli strumenti didattici la scuola si orienta secondo la funzionalità educativa,seguendo con coerenza gli obiettivi e i bisogni dei bambini.
La scuola può contare sui seguenti strumenti:

  • 1 televisore, 2 lettori DVD e 1 lettore combinato DVD e Videocassette
  • 2 computer fissi, 2 stampanti
  • strumenti musicali a percussione
  • 1 impianto fonico per interno ed esterno
  • 1 lavagna interattiva multimediale correlata di 1 Videoproiettore, impianto audio e 1 pc portatile per il suo utilizzo

P.O.F.

Con il progetto Educativo-Didattico di quest’anno vogliamo portare i bambini alla scoperta di alcuni mestieri di un tempo e che tutt’oggi ancora esistono.

Conoscere i mestieri significa avere la percezione dell’attualità, di ciò che si muove attorno a noi.

Per i bambini significa intraprendere un viaggio alla scoperta di cose mai banali. Quante volte li abbiamo sentiti in merito parlare del sogno “da grande voglio fare…“.

E’ proprio nel gioco simbolico che il bambino costituisce una propria metodologia, perché è proprio nei giochi spontanei, nel suo “facciamo finta che io sono…”, che proietta i suoi bisogni e la sua visione del mondo adulto.

Tutti sappiamo che il gioco è il punto di unione della scuola con la vita ed è quindi attraverso il gioco che vorremmo far fare esperienze ai bambini dei mestieri antichi e per loro sconosciuti.

E’ innegabile che la nostra società si trovi in una fase di evoluzione e cambiamento dove i bambini, sempre più proiettati verso tecnologie innovative, ignorano completamente i mestieri svolti dai loro nonni.

L’idea è quella di creare l’occasione di avvicinare i bambini ad un mondo sconosciuto ed a volte magico in modo divertente e coinvolgente, facendo prendere coscienza ai più piccoli ancora oggi l’importanza del lavoro di una volta nella nostra attuale società.

Le attività si svolgeranno in orario curriculare. Il periodo di realizzazione avrà inizio dopo la fase di accoglienza e si svilupperà a partire dal mese di Ottobre concludendosi nel mese di Giugno.

  • Ottobre/Novembre – Il Contadino
  • Dicembre/Gennaio – Il Falegname
  • Febbraio/Marzo – Il Mugnaio
  • Aprile/Maggio – Il Pastore
  • Giugno – Il Pescatore

VALORI

Conseguentemente alle considerazioni iniziali il reticolo di valori fondamentali sui quali si basa la traccia del percorso educativo elaborato dal team delle docenti è il seguente:

RICERCA ››››› ESPLORAZIONE

COMUNICAZIONE ››››› CONDIVISIONE

COLLABORAZIONE

SOLIDARIETA’ ››››› RISPETTO

INTEGRAZIONE

SAPERI

Le capacità che attraverso il processo educativo si intendono potenziare, affinare ed integrare per una maturazione cognitiva e relazionale dei bambini sono riconducibili al loro interesse per la scoperta, la ricerca attiva, l’esplorazione e la sperimentazione:

  • capacità di esplorare direttamente il proprio ambiente vitale,
  • capacità di comunicare e condividere i dati dell’esperienza attraverso molteplici codici,
  • capacità di organizzare le proprie azioni finalizzandole al raggiungimento di uno scopo comune,
  • capacità di ascolto attivo nei confronti sia degli adulti che dei pari,
  • capacità di mettere in gioco strategie appropriate alla soluzione di problemi,
  • capacità di utilizzare i propri sensi per conoscere la realtà,
  • capacità di ricostruire attraverso varie forme di documentazione, la propria esperienza.

Collaboratori Esterni Previsti

Periodo di riferimento: 2018 - 2019

Educazione musicale

Michela (Ass.ne Contrappunto)

Senso ritmico, spazio temporale, coordinazione oculo-manuale.

Lingua inglese

Mariella (Marick)

Ascolto, Comprensione, Riproduzione di semplici parole o frasi.

Educazione motoria

Ketty (Orizzonte Danza)

Corpo in movimento nello spazio, senso del ritmo, gioco - danza.

Programma 2018 - 2019

Mostra il programma

Settembre

Bisogno formativo » Superare le difficoltà e le paure del distacco, acquistare fiducia nelle proprie capacità di scambio comunicativo tra pari ed adulti.

Ottobre

Bisogno formativo » Le insegnanti propongono letture sulla stagione autunnale attraverso una specifica osservazione dei vari elementi coinvolgendo genitori e nonni.

Eventi »

2 OTTOBRE: Festa dei Nonni.

16 OTTOBRE: Presentazione P.O.F., elezioni rappresentanti di sezione.

31 OTTOBRE: al mattino bambini ed il corpo docente con travestimenti e magie spaventose.

Novembre

Bisogno formativo » Nel mese precedente avevamo introdotto la figura del contadino ed avendo a disposizione un piccolo orto, i bimbi avevano materialmente seminato alcune piantine. In questo mese si prosegue con l'attività di cura delle stesse in maniera autonoma.

Dicembre

Bisogno formativo » Le insegnanti propongono di affrontare l'argomento NATALE nei suoi molteplici aspetti: -Religioso (l'avvento, presepe, natività ed epifania). -Tradizionale (albero di Natale, Babbo Natale). Racconteranno di un falegname speciale che ha accompagnato la vita di Gesù: San Giuseppe.

Eventi »

15 DICEMBRE: Recita di Natale

Gennaio

Bisogno formativo » Le insegnanti proporranno l'intervento di un collaboratore esterno affinché mostri ai bimbi tutta la giornata) la trasformazione di un pezzo di legno in oggetto finito aiutandosi con la lettura della favola di Pinocchio.

Eventi »

20 GENNAIO: Open Day (scuola aperta tutta la giornata)

Febbraio

Bisogno formativo » Dal punto di vista cognitivo per il bambino il gioco è un esercizio per "imparare ad imparare". Spiegando il lavoro del mugnaio, i bambini giocheranno con vari tipi di farine, visiteranno un mulino tradizionale ed attraverso attività manipolative si improvviseranno chef per un giorno.

Marzo

Bisogno formativo » Questo mese è dedicato prevalentemente all'argomento Carnevale. E' una festa molto attesa dai bimbi dove si mettono in campo le proprie capacità di sperimentazione, relazione e socializzazione.

Eventi »

1 MARZO: Visita al mulino

4 MARZO: Festa ai Gonfiabili

5 MARZO: Festa di Carnevale a scuola

19 MARZO:Festa del Papà

Aprile

Bisogno formativo » Le insegnanti proporranno di affrontare la PASQUA (le tradizioni, la religione e le decorazioni). In quanto Agnello di Dio, la figura di Gesù verrà sviluppata ulteriormente e verrà introdotta la figura del pastore.

Eventi »

9 APRILE: Spettacolo con collaboratori esterni

Maggio

Bisogno formativo » Le insegnanti proporranno una visita ad una fattoria didattica affinché i bimbi vengano a contatto con un mondo rurale poco noto, con animali a volte visti solo sui libri ed un mestiere molto spesso dimenticato.

Eventi »

8 MAGGIO: Festa della Mamma

Giugno

Bisogno formativo » Le insegnanti proporranno, complice anche la stagione estiva, la figura del pescatore, in tal modo si potrà fare la gita di fine anno dove sarà possibile conoscere meglio le caratteristiche di questo mestiere.

Eventi »

7 GIUGNO: Gita scolastica

15 GIUGNO: Recita di fine anno

Iscrivi tuo figlio

Iscriviti

Sostienici

Dona ora